Marco Gentili per il Comune di Tarquinia

24/08/12 Discorso sull’attribuzione della cittadinanza agli stranieri nati e cresciuti in Italia

COMUNE DI TARQUINIA


24 agosto 2012
Discorso sull’attribuzione della cittadinanza agli stranieri nati e cresciuti in Italia
del Consigliere comunale PD, Marco Gentili.


Illustrissimo Signor Sindaco,

Egregi Consiglieri,

Gentilissimo pubblico,

integrazione significa, in senso lato, superamento delle divisioni e delle fratture, nonché collegamento organico tra tutti i membri di una società civile. In virtù di questa premessa, approfitto del suddetto atto messo a votazione e proveniente dal Partito Democratico stesso dopo l’Assemblea dei Segretari di Circolo del 23 giugno scorso, per affermare l’importanza di concedere la cittadinanza italiana ai minori nati e cresciuti in Italia da cittadini stranieri. L’attuale normativa italiana (Legge 5 febbraio 1992, n.91) prevede lo ius sanguinis come unico mezzo di acquisto della cittadinanza a seguito della nascita, mentre l’acquisto automatico della cittadinanza ius soli continua a rimanere limitato ai figli di ignoti, di apolidi, o ai figli che non seguono la cittadinanza dei genitori.

In materia, ha espresso il suo parere anche il nuovo commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa, Nils Muižnieks il 6 luglio 2012, facendo il punto sul caso-Italia, ritenendo necessario concedere a tali minori la nazionalità così da favorire una piena realizzazione dei diritti umani e un’integrazione positiva.

In termini giuridici la cittadinanza è la condizione della persona fisica alla quale l’ordinamento giuridico di uno stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici.

Ritengo fondamentale, quindi, che bambini nati e cresciuti nel nostro territorio, possano godere a pieno degli stessi diritti di bambini italiani, in quanto ormai inseriti completamente in un contesto socio-culturale in loro ben radicato. Precludere loro la possibilità di usufruire di tutta una serie di diritti e doveri concessi invece al resto dei loro pari, diventa necessariamente sinonimo di esclusione e perciò di isolamento.

Integrazione vuol dire anche creare un’identità comune tra tutti i gruppi etnici, linguistici e religiosi affinchè si sentano parte della stessa comunità sociale e politica. Questo sarebbe più facilmente realizzabile se anche il nostro ordinamento giuridico riconoscesse l’importanza di creare tale identità attraverso una normativa che deve evolversi e rispondere alle nuove esigenze della globalizzazione in atto, come il fatto che vede anche l’immigrato irregolare privo della possibilità di eleggere i propri rappresentanti nelle istituzioni locali.

Ancora, l’articolo 3 della nostra Costituzione afferma che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È quindi, a mio avviso, fondamentale che tutti coloro che vivono stabilmente e regolarmente nel territorio italiano possano far proprio l’articolo 3. Spetta quindi al Comune di Tarquinia adottare tutte le prassi relative alla campagna nazionale del Partito Democratico affinché il Parlamento italiano metta in atto tutte le misure necessarie per rendere effettivo quanto stabilito in tale articolo costituzionale.

È sempre più necessario che il coraggio morale di pochi si spinga verso la maggioranza degli uomini. Senza una radicale mobilitazione etica la politica muore. Tale mobilitazione deve saper innervare la politica, deve raggiungere i molti, deve cercare di risolvere i problemi quotidiani, senza perdere per strada le proprie ragioni.

Grazie per l’attenzione
Marco Gentili

24
ago 2012
Categorie

Discorsi

Commenti Nessun commento

23/08/12 Corriere di Viterbo

(Clicca sull’articolo per ingrandirlo)

23
ago 2012
Categorie

Parlano di me

Commenti Nessun commento

5^ Convocazione Consiglio

Siete invitati a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale che si terrà presso la sala consiliare del Comune di Tarquinia – Piazza G. Matteotti n. 6 – in data 24/08/12 alle ore 8,00 per discutere e deliberare sul seguente:

ORDINE DEL GIORNO

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio, del Sindaco e degli Assessori;
2. Associazione gruppo di azione costiera Lazio Nord: Approvazione statuto;
3. Adesione all’intervento regionale per la progettazione, realizzazione e gestione degli impianti di potabilizzazione necessari nel rispetto di cui al D.Lgs. 31/2001;
4. Mozione presentata dal consigliere Gentili Marco avente per oggetto “cittadinanza agli stranieri nati e cresciuti in Italia”.

20
ago 2012
Commenti Nessun commento

11/08/12 Discorso per il premiazione allo studio

COMUNE DI TARQUINIA


11 agosto 2012
Discorso  per il premio allo studio
del Consigliere comunale PD, Marco Gentili.


Illustrissimo Signor Sindaco,

Egregi Colleghi,

Gentilissimo pubblico,

quest’oggi si tiene una premiazione importante per la nostra comunità. Più di 15.000 abitanti e meno di 15 maturati con il massimo dei voti. Questa è la nostra opportunità all’istruzione presente dal 19 marzo 2010 nel Comune di Tarquinia. Nata grazie alla mia proposta per i premi al merito voluta lanciare durante il Consiglio dei Giovani sotto la passata Amministrazione.

Dare degli incentivi a chi riesce a raggiungere una determinata cosa, significa stimolare il potenziale insito in ciascuno studente e favorirne una crescita scolastica e personale consapevole.

Sono certo che ciascuno, tiene le potenzialità per diventare autore di un libro o un giornalista. Come la determinazione della diciassettenne Brittany Wenger, che ha ricevuto il premio ”Science Fair” da Google per aver creato  un cervello artificiale in grado di diagnosticare il tumore maligno al seno con un’affidabilità del 99%.  Oppure, potrebbe essere già forte in voi la vocazione dell’innovatore o dell’inventore, tanto da saper mettere a punto il prossimo iPhone o, come il celebre inventore italiano Antonio Meucci, l’idea del telefono di futura generazione. Un giorno di questi voi potreste diventare anche un Sindaco, un Senatore o un giudice della Corte Costituzionale, ma per diventare tutto questo, con il vostro percorso di studi, avrete continuato a dar prova di esservi impegnati ed aver messo anima e passione in un progetto di vita. Tutto questo non è importante solo per voi, ma anche per il futuro della collettività cittadina.

Le scuole e le università hanno il dovere di entrare in rapporto con tutto ciò che avviene altrove, fuori. La scuola è un luogo in cui ci si esercita a scoprire, immaginare, usare la volontà e la memoria, insomma essere responsabili. È necessario istruirsi per qualcosa che è al di là della scuola. Gli Insegnanti e i Professori dovrebbero far capire agli studenti che la prima cosa da imparare è diventare autodidatti.

Ciò che farete della vostra istruzione lo saprete voi stessi, voi maturati, futuro di questo paese e di questa Nazione. A prescindere da ciò che decidiate domani sarà decisivo per affrontare le sfide che ci riserva il futuro.

Avrete bisogno della costanza e conoscenza e di certo a voi non manca. Avrete bisogno delle capacità di analisi e di critica. Per chi avesse fatto filosofia anche quella intesa da Kant. Vi occorreranno la creatività e l’ingegno che vengono coltivati in tutti i corsi di studio per fondare nuove imprese che creeranno posti di lavoro e faranno fiorire l’economia.

L’obiettivo che vi chiediamo è quello di non demordere mai e di raggiungere ogni giorno la migliore espressione di voi stessi.

Laddove si presenteranno sfide difficili e delusioni scottanti, non lasciatevi trascinare dal primo senso di sconfitta. Alcune tra le persone di maggior successo nel mondo hanno inizialmente collezionato i più enormi fallimenti. Non sei mai un grande atleta la prima volta che tenti un nuovo sport. Non azzecchi mai ogni nota la prima volta che canti una canzone. Occorre fare esercizio.

Quindi da voi ci aspettiamo serietà. Ci aspettiamo il massimo dell’impegno in qualsiasi cosa facciate. Ci aspettiamo grandi cose, da ognuno di voi. Quindi non deludeteci, non deludete le vostre famiglie, il vostro Paese e voi stessi. Rendeteci orgogliosi di voi. So che potete farlo.

Grazie per l’attenzione
Marco Gentili

12
ago 2012
Categorie

Discorsi

Commenti Nessun commento