Marco Gentili per il Comune di Tarquinia

42^ Convocazione Consiglio

Siete invitati a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale che si terrà presso la sala consiliare del Comune di Tarquinia – Piazza G. Matteotti n. 6 – in data 29/12/16 alle ore 9.00. La riunione, nel rispetto delle norme contenute nel Decreto Legislativo n. 267 del 18.08.2000, nel vigente Statuto comunale e nel Regolamento del Consiglio, è convocata in seduta straordinaria in prima convocazione, per discutere e deliberare sul seguente:

ORDINE DEL GIORNO

  1. Comunicazione del Presidente, del Sindaco e degli Assessori;
  2. Comunicazione adozioni delibere di Giunta n. 177 del 13.09.2016 e n. 187 del 04.10.2016 relative al prelevamento dal fondo di riserva;
  3. Ratifica della Deliberazione di Giunta comunale n. 215 del 15.11.2016 “Bilancio di previsione 2016-2018 – Variazioni in via d’urgenza”;
  4. Ratifica della Deliberazione di Giunta comunale n. 237 del 29.11.2016 “Bilancio di previsione 2016-2018 – Ulteriori variazioni in via d’urgenza”;
  5. Riconoscimento debito fuori bilancio. Liquidazione in favore del Sig. Stefano Ballerini delle spese legali liquidate con la sentenza emessa dal Tribunale di Civitavecchia n. 3472015 del 15. 01. 2015, relativa al giudizio vertente tra il Comune di Tarquinia e Ballerini Stefano/Spiricci srl;
  6. Riconoscimento debito fuori bilancio. Risarcimento dei danni subiti da Paradisi Dario, Paradisi Adria,Capitani Anita, Di Gennaro Roberto, Fava Bruno, Fava Giulio Dante, Fava Graziella e Paradisi Silvia a seguito della sentenza del Tribunale di Civitavecchia n. 944/2015 pubblicata il 14.10.2015 – Approvazione atto di transazione;
  7. Sentenza n. 44 del 20.01.2016 notificata all’ente in data 02.03.2016, prot. n. 5917, resa nel giudizio proposto da Zacchini Otello & C. S.a.s. dinanzi al Tribunale di Civitavecchia (R.G. n. 27.12.2015). Riconoscimento debito fuori bilancio;
  8. Atto di precetto pervenuto al prot. n. 24183 del 02.09.2016, notificato dall’Avv. Claudio Roscioni, riguardante la sentenza n. 14453/2013 del 17.04.2013 notificata all’ente in data 01.12.2014, prot. N. 37059, resa nel  giudizio proposto da barberini quirino dinanzi al giudice di pace di Roma (r.g.  n.42162/2012). Riconoscimento debito fuori bilancio;
  9. Riconoscimento debito fuori bilancio. Liquidazione delle spese legali liquidate con le sentenze emesse dalle autorità adite avverso cartelle esattoriali derivanti da infrazioni al codice della strada per € 2.330,15, compresi omeri fiscali.
27
dic 2016
Commenti Nessun commento

24/12/16 Corriere di Viterbo

(Clicca sull’articolo per ingrandirlo)

24
dic 2016
Categorie

Parlano di me

Commenti Nessun commento

12/11/16 Discorso per borse di studio agli studenti meritevoli

COMUNE DI TARQUINIA


23 Dicembre 2016
Discorso per la premiazione allo studio
del Consigliere comunale PD, Marco Gentili


Cari studenti e gentili genitori,

innanzitutto vi porgo i miei più sinceri auguri di buone feste. Pur in tempi di continui tagli alla scuola pubblica, il vostro e nostro Comune  fin dal 2010 continua ad elargire queste piccole ma significative borse di studio del valore di 500 euro agli studenti più in gamba dell’anno accademico appena concluso. La meritocrazia e la sana competizione sono due fattori che devono caratterizzare il percorso di formazione di voi studenti affinchè quanto appreso e vissuto nell’iter scolastico possa esservi da guida nel percorso successivo, quello che poi immetterà alcuni di voi nel mondo della formazione accademica ed altri ancora direttamente nel mondo lavorativo.

Il premio, simbolo di merito, che ogni anno ci vede qui riuniti ha sempre rappresentato il coronamento di un traguardo ed è uno stimolo a continuare a credere nelle proprie potenzialità e nelle proprie competenze. Di certo la società in cui viviamo, troppo spesso ha dimostrato di non riconoscere il valore di allievi e giovani leve. Quante volte sentiamo la testimonianza di giovani ricercatori che lasciano l’Italia in cerca di maggiori e migliori opportunità e quante volte rileviamo che il talento italiano è meglio speso all’estero piuttosto che in patria. Non so chi dei presenti abbia letto l’ultimo Rapporto della Fondazione Migrantes, rapporto Italiani nel mondo 2015. I dati pubblicati attestano che sono 107.529 i connazionali espatriati nel 2015. Rispetto all’anno precedente a iscriversi all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) sono state 6.232 persone in più, per un incremento del 6,2%. A lasciare l’Italia sono stati in particolare i giovani tra i 18 e i 34 anni (precisamente 39.410 giovani). Giovani come voi. Ciò dovrebbe richiamare maggiormente l’attenzione del mondo politico ed economico, a tutti i livelli.

VIDEO: Italia addio, boom di giovani all’estero

Altro aspetto che tengo a sottolineare è questo: l’istituzione scolastica, a tutti i livelli, deve essere oltre che una palestra di vita, una scuola di pensiero e formazione critica, scevra da dogmi o imposizioni. Non c’è libertà senza sapere critico. Imparate a studiare per diventare cittadini liberi e consapevoli, capaci di esprimere cioè opinioni contrarie seppur nel rispetto dell’altro; non abbiate paura di fare scelte che possono apparire difficili e seguite le vostre attitudini e interessi, ancor prima di pensare a qualsiasi ritorno economico.

Sembra scontato riproporre una massima che avrete sentito più volte nel corso della vostra carriera scolastica ma ricordate di studiare prima di tutto per voi stessi. Chi conosce e sa fare, difficilmente si troverà male nella vita. Aggiornatevi sempre, non cadete nella trappola mentale e a volte culturale di coloro che dicono “è ormai troppo tardi per studiare“. Non c’è limite di età, nè limite fisico. Non ci sono barriere al progredire della conoscenza.

Nel farvi i complimenti per il significativo traguardo di studi superato, vi saluto con un ulteriore massima, quella di Martin Luther King “Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati a fare, e poi mettetevi a farlo appassionatamente. Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate“.

Ancora buon Natale e un caro saluto a voi e alle vostre rispettive famiglie.

23
dic 2016
Categorie

Discorsi

Commenti Nessun commento

22/12/16 Discorso di fine anno per il CSR

COMUNE DI TARQUINIA


22 Dicembre 2016
Discorso di fine anno CSR
del presidente del Centro socioriabilitativo Capotorti, Marco Gentili.


Carissimi tutti, buongiorno.

Saluto con affetto ognuno di voi. Mi fa sempre molto piacere vedere quanto questo luogo sia vissuto. Basta entrarvi oggi per rendersi conto del calore umano e dell’entusiasmo che lo circonda e lo contraddistingue. Quando si cresce e si diventa adulti resta sempre un momento in cui è impossibile restare indifferenti di fronte all’atmosfera natalizia, e viverla qui con voi oggi è ancora più piacevole.

Come ogni anno, l’incontro odierno oltre ad essere un momento dedicato allo scambio degli auguri natalizi, rappresenta un resoconto importante per ripercorrere insieme il cammino fatto durante l’anno. Quest’anno però non voglio limitarmi ad elogiare, a merito naturalmente, quanto realizzato da tutti gli utenti e il prezioso lavoro di tutti gli operatori.

Voglio invece porre l’attenzione sul valore del potenziale umano e su quanto sia necessaria la sua massima valorizzazione. Con ciò voglio dire che un luogo come il Centro socio-riabilitativo, che si ramifica su un vasto territorio dove rientrano diversi Comuni della Tuscia, deve sempre puntare in alto, al massimo delle potenzialità della persona, al fine di favorirne l’accrescimento delle abilità e l’inclusione sociale.

Non ho molto tempo, specie nell’ultimo periodo, per passare a trovarvi, ma vi assicuro che il mio tempo è speso al fine di tutelare anche gli interessi di tutti voi, utenti e famiglie.

Il sodalizio che da tempo immemore lega questo gruppo con le istituzioni locali mi rende sempre molto orgoglioso e onestamente fiducioso nel futuro. E’ palpabile quanto il lavoro laboratoriale che qui si svolge dia esiti sempre proficui e quanto lavoro gestionale e socio-educativo-riabilitativo ci sia a monte.

Siamo come il nostro caldo sole, non scendiamo mai dietro i monti, ma ci tuffiamo in mare!

E allora, tuffiamoci nel 2017 con tanto ardore, vèrve, ed entusiasmo, mantenendo sempre alto il valore aggiunto che contraddistingue le nostre iniziative.

Concludo dicendo che questo sarà l’ultimo anno della mia presidenza e, a prescindere da cosa mi riserverà il futuro, voglio semplicemente ringraziare tutti: utenti, famiglie, operatori, servizi Asl e comunali, per il grande lavoro svolto e per la passione che ognuno di voi mette al fine di rendere questi spazi dei luoghi sempre più creativi, inclusivi e di crescita personale e sociale.

Alla gratitudine è giusto che io aggiunga l’invito a rinnovare ogni anno un impegno che può solo fare del bene.

Questo è il mio augurio per noi tutti. Buone feste!

Il vostro Presidente,

Marco Gentili

22
dic 2016
Categorie

Discorsi

Commenti Nessun commento

06/12/16 la Provincia

(Clicca sull’articolo per ingrandirlo)

06
dic 2016
Categorie

Parlano di me

Commenti Nessun commento